Coinbase: nuovi asset per il servizio di custodia

Coinbase sta di nuovo pensando alla quotazione dei beni – per Coinbase Custody. Questa volta è incluso anche l’XRP. Gli annunci non hanno avuto un impatto significativo sui prezzi delle azioni.

“Coinbase lists…..” e’ il superlativo di “Exchange xyz lists….”. Di conseguenza molti vedono in tali dichiarazioni di Coinbase il vangelo del portaborse. È comprensibile: In questo contesto, Ethereum Classic ha registrato un aumento di prezzo del 20%. Solo di recente le considerazioni sulla quotazione di Stellar, Cardano, Cardano, 0x o BAT sono state sufficienti a portare ad un rally di prezzo breve.

Come in una cinica gag in esecuzione, queste affermazioni ed elenchi avevano una cosa in comune di Bitcoin evolution:

Ripple o XRP non sono stati menzionati – con grande dispiacere della comunità intorno a Bitcoin evolution: Attenzione! Bitcoin Evolution 2018 – truffa o funziona? Per spiegare perché alcuni beni sono stati quotati e altri no, Coinbase ha introdotto il suo Digital Asset Framework. Questo quadro spiega quali proprietà deve avere una moneta criptata per poter essere presa in considerazione per la quotazione.

Qualche giorno fa è stato di conseguenza sorprendente che Coinbase ora dà un’occhiata più da vicino a 37 asset – tra cui infine XRP. Insieme ai gettoni ERC20, supportati più a lungo, si ha l’impressione che Coinbase voglia costruire una grande collezione di beni supportati. Se tuttavia progetti come Tezos o Telegramma corrispondono al Digital Asset Framework può essere messo in dubbio. Tuttavia, leggendo più da vicino, si nota che Si tratta di possibili asset per Coinbase Custody. Non è prevista una quotazione per GDAX o altri prodotti Coinbase.

Coinbase Custody: non comparabile con altri prodotti

Coinbase Custody è un servizio che offre la custodia di grandi somme di denaro nell’area di crittografia. BTC-ECHO ha già riferito in precedenza su questo servizio. Questo è di particolare interesse per gli investitori istituzionali, per i quali la sicurezza dei loro investimenti digitali è di fondamentale importanza. Questo argomento è così interessante per i grandi investitori che qualche mese fa è stato anche oggetto di un seminario sui fondi cripto alla Scuola di finanza di Francoforte. Questo è in partnership con ETC, questa volta non Ethereum Classic, ma un broker SEC registrato e membro di FINRA, che può essere interessante anche per gli investitori istituzionali.

E’ importante sottolineare che la quotazione dei 37 asset con altri servizi Coinbase non è attualmente in fase di studio. Inoltre, un bene deve corrispondere al Digital Asset Framework per una quotazione reale. Per XRP, dobbiamo quindi continuare ad aspettare e vedere. Anche se si può certamente interpretare la separazione per nome da Ripple come un passo che rende giustizia al Digital Asset Framework, la concentrazione simbolica nell’escrow di Ripple – attualmente ancora oltre 52 miliardi di XRP – sarà comunque un argomento contro una quotazione. Ma da quando Ripple ha iniziato un disaccoppiamento da XRP, si può essere curiosi di sapere dove va il viaggio.